giovedì 20 novembre 2014

Arlecchino, i debiti per comprare la torre e l'ultimo episodio di James Bond

Non possiamo accendere i lampioni dell'illuminazione stradale perchè non abbiamo soldi .. ma ci compriamo una torre. A debito. 
Spegniamo i lampioni, facciamo fatica a rattoppare le strade ma di fronte alla tentazione di acquisire una torre della cinta muraria tutto questo poco importa. Ma si, facciamo un bel mutuo di settantamila euro e passa la paura. Settantamila euro il prezzo, poco più di venticinque metri quadri la superficie della torre, circa mille l'estensione dell'appezzamento di terreno adiacente. Sono questi i numeri di un affare curiosamente sfuggito ai radar dei Caltagirone, dei Toti e visto che parliamo di torri, anche a Donald Trump, un autorità in materia visto che possiede la famosa Trump Tower a New York. 
In settimana, voci non confermate, davano cinesi ed arabi vicini a concludere l'affare ma poi gli acquirenti si sono ritirati, lasciando via libera a Palazzo Simoncelli per l'operazione. 
E chi paga? Ma ovviamente i cittadini, spremuti fino all'osso da questa amministrazione che ha portato tutte le aliquote della tassazione al massimo. In sostanza, se hai una casa a Boville, magari una seconda casa, paghi le tasse come se avessi un loft a Manhattan.
Del resto il mercato immobiliare in Italia va che è una meraviglia e quindi gli amministratori hanno pensato bene di fare debito ed acquisire immobili .. che poi lo Stato italiano, soffocato da un enorme debito pubblico cerchi di liberarsi dell'enorme patrimonio immobiliare, beh, questo per i nostri è poco più di un dettaglio.
Non è straordinario però vedere che a Boville c'è un amministrazione rossa che, pur riconoscendosi nel programma di Renzi, si comporta in tutt'altro modo?
Ma si dai, che ci importa delle strade rotte e dei lampioni accesi uno si ed uno no, come si faceva in Argentina dopo il crack di dieci anni fa !! E delle decine famiglie di quella che era una volta l'opulenta e ricca Boville e che oggi mettono insieme il pranzo con la cena grazie all'aiuto della Caritas .. se aiutassimo loro invece di comprare la torre?
Poi qualcuno tra gli amministratori spiega che questa operazione serve per fare sviluppare l'agricoltura ed turismo. Mi chiedo .. se l'esigenza è quella di sviluppare il settore agricolo ci sono talmente tanti terreni incolti a Boville che volendo comprare, a prezzi dieci volte inferiori tra l'altro, c'è solo l'imbarazzo della scelta !! 
Già, il turismo. La pavimentazione del centro storico assomiglia al vestito a toppe di Arlecchino .. perchè non sistemare quella?
Poi certo, se vogliono forse farci credere che i turisti verranno a Boville per andare a visitare il parco pubblico con scultura di arte contemporanea annessa, allora è un altro discorso. Potremmo pure dire che gli asini volano, l'importante è trovare qualcuno che ci crede. 
Forse e ribadisco forse, abbiamo di meglio da offrire, dalle splendide chiese (e per onestà intellettuale bisogna complimentarsi con gli amministratori per il buon lavoro svolto in occasione del restauro della chiesa di San Michele Arcangelo) al mosaico di Giotto fino al sarcofago paleocristiano, un pezzo unico al mondo. Se vogliamo fare turismo, facciamolo seriamente ed evitiamo di sprecare risorse .. bisogna soltanto spiegare agli amministratori comunale però che le torri di Boville, con tutto il rispetto, non sono le torri di Monteriggioni dove sono stati girati decine di film, dai capolavori di Monicelli alle pellicole di James Bond !! 
Intendiamoci, i tempi sono quelli che sono e visto che il primo a rendersene conto è proprio il sindaco Piero Fabrizi .. la cui generosità verso tutta la comunità di Boville va ben oltre la riduzione dello stipendio .. ecco, facciamo appello a Piero Fabrizi affinché utilizzi le scarse risorse che abbiamo per fare qualcosa di più utile, ad esempio tendendo la mano a quelle famiglie che sono in difficoltà. Per le torri e gli orti botanici c'è tempo. 

giovedì 13 novembre 2014

Beppe Grillo presenta il referendum sull'Euro da Bruxelles

Nella giornata di ieri il leader del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, ha presentato l'iniziativa del referendum sulla permanenza o meno dell'Italia nella moneta unica e, di conseguenza, nell'Eurozona. Il dibattito sull'Euro sta di fatto scaldando il dibattito politico italiano; nella stessa giornata il governatore della Bce è stato pesantemente contestato da un corteo di studenti nell'ateneo romano di Roma Tre; le forze di polizia italiane hanno represso la protesta anche mediante l'utilizzo di manganellate ai danni di alcuni studenti del corteo.

"Non siamo in guerra con l'ISIS o con la Russia, ma con la BCE che ha sostituito i governi nazionali e i cui membri hanno pure l'arroganza di dichiararlo apertamente. In Italia gli ultimi tre presidenti del Consiglio, incluso ovviamente Renzi, non sono stati eletti in libere elezioni, ma su indicazione di istituzioni finanziarie straniere con il beneplacito di Napolitano Ora basta, la sovranità italiana, inclusa quella monetaria deve essere restituita agli italiani. L'abbiamo conquistata con le guerre e con la Resistenza. Non la cederemo facilmente a dei banchieri con la faccia di cera".

https://www.youtube.com/watch?v=KO1q59hqg6c&list=UUbzGB8EV-oCpx5QPMBKuqaw

mercoledì 12 novembre 2014

"Il selciato di via Roma verrà risistemato". Continua il botta e risposta tra Memmo Di Cosimo ed Orlando Cervoni

Sampietrini pericolosi all'ingresso di Porta San Nicola. Dopo la dura presa di posizione di Orlando Cervoni che aveva "minacciato" di coprire, entro metà dicembre, di propria iniziativa il viale con un manto bituminoso nel caso l'amministrazione comunale non avesse provveduto a cercare anzi tempo una soluzione, arriva la replica del sindaco Piero Fabrizi e del suo vice, Memmo Di Cosimo. "Prima di tutto auguriamo alla signora che ha avuto un incidente all'ingresso di Porta San Nicola una pronta guarigione. Siamo tutti molto dispiaciuti per l'accaduto. Tra le opere realizzate all'interno del centro storico cittadino, ultima in ordine di tempo la sistemazione della Collegiata di San Michele Arcangelo, possiamo annoverare anche la pavimentazione di via Roma. Ci piace ricordare che la strada di accesso al paese ha finalmente un aspetto estetico gradevole e ben inserito nel contesto, opinione condivisa da molti degli addetti ai lavori. A suo tempo, l'opera è stata eseguita con le autorizzazioni necessarie e con il controllo sulla qualità dei materiali e sui lavori effettivamente eseguiti. Può piacere oppure no ma siamo assoggettati al vincolo per la tutela dei beni artistici e culturali; il selciato posto in opera in via Roma è lo stesso che molti centri della provincia presentano nelle loro piazze e nei loro vicoli e questo per rispettare i criteri di uniformità dettati dalla storia di questi luoghi. In tempi non sospetti abbiamo posto in essere due corrimano a sostegno dei pedoni. Il materiale calcareo, negli anni, tende ad usurarsi e levigarsi pertanto in un futuro prossimo daremo mandato ai tecnici del settore per intervenire con una nuova martellinatura". Ora, la palla passa di nuovo nelle mani, anzi, sui piedi di Orlando Cervoni. 

Inaugurata la mostra fotografica "Ti amo troppo .. basta con la violenza sulle donne"

Discreto successo per l'inaugurazione della mostra fotografica “TI AMO TROPPO…. BASTA CON LA VIOLENZA SULLE DONNE!”. Sabato scorso infatti, nella tarda mattinata, l'amministrazione comunale di Boville Ernica ha inaugurato la kermesse artistica tesa a sensibilizzare la problematica della violenza sulle donne. In concomitanza al taglio del nastro della manifestazione, realizzata in collaborazione con Corvo Rosso, rinomata rivista on line di Milano, gli interventi di alcuni esponenti delle istituzioni del nostro territorio, tra cui la consigliere regionale Daniela Bianchi, Anna Magliocchetti ed il sindaco di Torrice Alessia Savo. La manifestazione vuole porre l’accento su temi che riguardano le donne e non solo. Troppo spesso, infatti, la cronaca ci riporta episodi di violenza sulle donne. Il comune di Boville quindi cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica anche attraverso la mostra, raccogliendo testimonianze di donne e uomini delle istituzioni e della società civile che operano quotidianamente per arginare questo devastante fenomeno. Il comune di Boville Ernica è già attivo su questo fronte, avendo adottato una delibera di consiglio comunale che prevede la costituzione in parte civile in caso di violenza, operando con campagne di sensibilizzazione presso le scuole e prevedendo l’attivazione di uno sportello anti-violenza. 

martedì 11 novembre 2014

La Nuova Itri espugna il Montorli, cade anche la Bovillense sul campo del Borgo Hermada

La Nuova Itri fatica, ma riesce alla fine espugnare il “Montorli” di Boville Ernica, dove i locali dell’Atletico Boville hanno venduto cara la pelle ai pontini. L'impegno ed il discreto calcio espresso non è bastato però ai blugranata di mister Galuppi ad evitare l'ennesima sconfitta in questo disastroso avvio di stagione, Gli ospiti sono i primi a rendersi pericolosi al 9’ quando Emma ci prova su cross di Schiano ma l'esperto Cuomo mette in angolo. Ancora Itri sugli scudi al 16’ con una bella azione di Acconciagioco che in area serve un pallone che attraversa tutta l’area senza trovare deviazioni. La prima frazione si chiude a reti bianchi. Nella ripresa, al 4’, ci prova Cancelli e Frascogna mette in calcio d’angolo. Al 14’ il gol che decide la partita, messo a segno da Emma con un grandissimo tiro dal limite che gela Cuomo. Il Boville va vicinissimo al pari al nel finale con Frascogna che deve respingere il tiro di Lemma ma sulla successiva ribattuta Paglia non riesce ad anticipare la difesa ospite. Nel finale ancora Boville in avanti alla ricerca del pari, prima con D’Avino che di testa sciupa una buona occasione ciccando la sfera, poi Baldassarre ci prova dalla distanza, ma Frascogna si fa trovare pronto e mette in cassaforte i tre punti per la formazione pontina. 
Le formazioni pontine evidentemente non portano bene alle squadre locali dal momento che anche la Bovillense, nel campionato di Promozione, cade in casa del Borgo Hermada con i locali che riescono ad imporsi per due reti ad una con la Dinamo Colli che ora raggiunge Strangolagalli e compagni in vetta alla classifica. Dopo il successo rotondo contro il Fontana Liri sul tappeto sintetico del Montorli, un mezzo passo falso per i biancocelesti, sconfitti però da una formazione, quella pontina, che in casa propria darà filo da torcere a molte delle squadre più ambiziose del torneo. A conti fatti quindi, una domenica che vede soltanto il Boville Calcio, nel campionato di Seconda categoria festeggiare la vittoria con un successo all'inglese sullo Sporting Village Guarcino, un successo che permette a Buccitti e compagni di restare agganciati alle formazioni battistrada del girone. Nella foto, Parisella, tecnico della Nuova Itri.

Pane, olio e .. molta, molta fantasia !!

Beh, di fantasia ce ne è voluta tanta, forse anche troppa ma come si usa dire nelle belle storie, tutto è bene quel che finisce bene. Del resto, è così che potremmo archiviare la sesta edizione di "Pane, Olio e Fantasia", l'ormai ricorrente manifestazione autunnale che vede protagonista il borgo di Boville Ernica ed il suo pregiato olio d'oliva. Fantasia, dicevamo. Del resto, la disastrosa campagna olearia di quest'autunno ha tolto il sorriso a molti dei nostri concittadini ed ai frantoi delle province di Frosinone e Latina. Basse temperature, cambiamenti climatici e mosca olearia però non hanno frenato la voglia dell'amministrazione comunale di Boville Ernica nel continuare a promuovere l'oro verde delle colline nostrane e con circa duemila presenze nello scorso week end, tra cui anche le delegazioni dei paesi gemellati, Pierre Benite e Markkleeberg, i numeri sono quelli di un successo. Tante le visite guidate sia all'interno del Castello Filonardi, sede del monastero benedettino, che nei frantoi del territorio. Significativo anche l'apprezzamento per il percorso enogastronomico curato dai ristoranti del centro storico che hanno ideato per l'occasione una serie di degustazioni di piatti tipici locali. L'olio però non è stato soltanto un momento "loculliano" ma anche importante argomento di conversazione insieme all'Aspol di Frosinone in un convegno che si è tenuto all'interno della sala consiliare di Palazzo Simoncelli. Il week end dedicato ad uno dei prodotti più significativi dell'agricoltura locale si è chiuso in piazza Sant'Angelo con il concerto di musica etnica dei Brigallè. Tanto è stato fatto in questi sei anni e tanto c'è ancora da fare, sperando che la prossima raccolta delle olive possa dare, è proprio il caso di dirlo, frutti migliori così che gli organizzatori dell'evento, il Comune e l'associazione Pro Loco in primis, possano utilizzare la "fantasia" di cui sopra e sbizzarrirsi nell'ampliare l'offerta culturale e di spettacoli della due giorni dedicata all'olio. Arrivederci quindi all'anno prossimo !!

martedì 8 aprile 2014

Atletico Boville Ernica sconfitto in casa dal'Atletico Real Pomezia, pari e patta tra Bovillense ed Atina

Finisce con una sconfitta per uno a zero la domenica dell'Atletico Boville che dopo la disfatta sul campo del Roccasecca viene battuto di misura anche tra le mura amiche del "Montorli" dall'Atletico Real Pomezia. Dopo un periodo abbastanza positivo, con la vittoria sul Colleferro dei tanti ex, la squadra di mister Graziano Gori sembra aver perso la brillantezza dei giorni migliori. Dopo un primo tempo senza reti e senza grandi emozioni nella ripresa sono i romani a mettere a segno la rete decisiva con Roversi. Inutile la reazione dei blugranata nella seconda metà della ripresa; i bovillensi avrebbero comunque meritato molto di più per la mole di gioco costruita ma la coppia formata da Testa e Reali che aveva fatto molto bene proprio nel Boville guidato da Gori qualche anno fa non è stata assistita dalla sorte. Nel finale anzi è stato proprio lo stesso Gianni Testa a verdersi sventolare davanti il cartellino rosso per doppia ammonizione. Pareggia invece la Bovillense in casa dell'Atina: in terra cominense, i biancocelesti interrompono una serie positiva di vittoria che durava dalla trasferta di Cave. La squadra guidata da mister Federico non riesce quindi ad avere ragione della formazione locale che, impegnata nella lotta per non retrocedere, ha moltiplicato gli sforzi e messo le briglie a Mandarelli ed Argentino, i due cannonieri della formazione ernica. Nel frattempo la Dinamo Colli che ha avuto ragione del Sant'Ambrogio con un rotondo tre a zero si è rifatta sotto portandosi a soli due punti dai biancocelesti ma il turno di domenica prossima che vede la Bovillense impegnata a domicilio contro l'Arpino ed i monticiani impegnati in casa del Real Cassino potrebbe essere di nuovo l'occasione giusta, per Accolli e compagni, di allungare il passo. Un finale di stagione comunque, quello del girone ciociaro della Prima Categoria che si annuncia più che mai appassionante.

lunedì 7 aprile 2014

Sabato la presentazione del libro del Prefetto Piero Cesari

"Sulle ali di una farfalla". E' questo il titolo dell'ultima fatica letteraria dell'ex prefetto di Frosinone, Piero Cesari, testo che verrà presentato ai lettori della biblioteca di Boville Ernica nella giornata di sabato prossimo. Racconti, filastrocche e poesie scritte dal prefetto emerito di Frosinone verranno quindi commentate e discusse durante l'incontro organizzato in collaborazione con il Sistema Biblioteche della Valle del Sacco. In verità, il libro è stato già presentato diverse volte, anche nella vicina cittadina di Veroli nello scorso mese di dicembre, presso la splendida cornice della Galleria ” La Catena ”, nell’ambito dell’iniziativa “Incontriamoci in biblioteca”. In quell'occasione gli amministratori verolani coinvolsero anche alcuni giovanissimi alunni delle scuole elementari e medie che, oltre a confrontarsi con l’autore e con il prof. Luigi Gulia che aveva nel frattempo sollecitato i ragazzi su alcuni passaggi del libro, hanno raccontato in diretta alcune filastrocche del volume. L'incontro nella sede di Boville è stato organizzato, tra gli altri, anche dai giovani amministratori Ivan Savone e Selenia Boccia.

Facebook Share